Bando Melissano: rigenerazione della “Cittadella dello Sport”

 

Previsti interventi di riqualificazione dell’impianto sportivo della città salentina per un valore di oltre 600mila euro

Il Comune di Melissano ha indetto un bando di gara per affidare i lavori di riqualificazione, rigenerazione e adeguamento normativo del centro “Cittadella dello Sport”. Gli interventi sono stati programmati per rendere l’impianto sportivo adatto per l’attività agonistica di atleti disabili e normodotati a livello nazionale.
L’appalto, del valore di oltre 600mila euro, è finanziato nell’ambito dei progetti per lo sport e le periferie.
C’è tempo fino al prossimo 15 aprile 2024 per presentare un’offerta e aggiudicarsi il bando.

SCARICA IL BANDO DI GARA

Vediamo più in dettaglio gli altri elementi del bando.

Lo stanziamento per la rigenerazione della “Cittadella dello Sport”

L’importo totale previsto per la realizzazione del centro sportivo di Melizzano ammonta a 613.619,38 euro, di cui:
– Importo posto a base d’asta: 475.769,50 euro
– Costo della manodopera: 134.127,93 euro
– Costi di sicurezza non soggetti a ribasso: 3.721,95 euro

Da contratto, sarà prevista un’anticipazione pari al 20% dell’importo netto contrattuale.
Infine, l’appalto è finanziato attraverso il Piano Operativo “Sport e Periferie” a valere sul Fondo “FSC 2014- 2020”.

Bando Melissano, la durata dei lavori alla “Cittadella dello Sport”

Il tempo utile per completare i lavori è di 120 giorni, decorrenti dalla data di firma del contratto (che dovrà essere sottoscritto immediatamente, e comunque entro 60 giorni dalla data di aggiudicazione) oppure dalla data del verbale di consegna dei lavori.

Come partecipare e la scadenza del bando

La procedura di gara si svolge con modalità telematica tramite il sistema di e-procurement TuttoGare della CUC Casarano.
La scadenza è stata fissata alle ore 10 del 15 aprile 2024. Le proposte saranno poi valutate a partire dalle ore 10 del successivo 17 aprile, con l’applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità prezzo, ai sensi dell’art. 108 del D.lgs. 36/2023 (Codice Appalti).

SCARICA IL BANDO DI GARA

Potrebbe interessarti

Appalto Andria: restauro del Palazzo Ducale

Il bando vale quasi 8milioni di euro ed è finanziato dal PNRR nell’ambito degli interventi relativi alla rigenerazione urbana