Pnrr, via libera alla quarta rata dalla Commissione UE

Entro dicembre 2023, l’Italia incasserà la quarta rata da 16,5 miliardi per il completamento dei 28 obiettivi del primo semestre 2023

La Commissione europea ha dato il via libera al pagamento della quarta rata del Pnrr da 16,5 miliardi e legata al raggiungimento dei 28 obiettivi del primo semestre 2023. Con quest’ultima tranche, che dovrebbe arrivare entro fine anno, l’Italia avrà incassato in tutto 101,9 miliardi di euro, circa il 52% del totale.

La quarta rata è composta per 14,5 miliardi da prestiti e per la restante parte (2 milioni di euro) da sovvenzioni. E mentre si guarda già al prossimo traguardo, ovvero il raggiungimento di 69 obiettivi entro fine anno per poter incassare la quinta rata da 18 miliardi di euro, si discute degli effetti sui soggetti attuatori della revisione del PNRR.

SCARICA IL BANDO DI GARA

La revisione del PNRR e il nodo dei progetti comunali

La questione più delicata della revisione del PNRR resta quella delle risorse decurtate ai Comuni per i progetti di rigenerazione urbana. Si parla di circa 10 miliardi di euro in progetti che sono stati stralciati con il nuovo Pnrr e per i quali è necessario trovare nuove fonti di finanziamento.

Il Governo sta vagliando soluzioni alternative e le più probabili al momento sono quelle di una rimodulazione del Piano nazionale complementare al Pnrr (PNC), la programmazione della coesione 2021-2027 e il Fondo nazionale della coesione.

Ad ogni modo, la Cabina di regia si riunirà di nuovo a breve proprio per trovare una quadra sul punto e per delineare alcune specifiche linee di azione per garantire ai progetti esclusi di mantenere una sorta di “corsia preferenziale” per la realizzazione. Nel nuovo decreto che dovrà normare l’attuazione del Pnrr bis, infatti, potrebbe essere inserita una norma che garantisca anche agli investimenti definanziati gli stessi iter autorizzativi più snelli e rapidi.

Infine, si attende entro dicembre la quarta relazione semestrale sullo stato di avanzamento lavori del PNRR.

SCARICA IL BANDO DI GARA

Potrebbe interessarti

Gli appalti PNRR attivi a dicembre 2023

Predominano economia circolare e tutela del territorio, un terzo degli appalti PNRR legati alla ricerca e all’inclusione