Tutti gli appalti PNRR attivi a aprile 2024

Anche in questo mese tengono banco soprattutto i bandi rivolti alla rivoluzione verde e all’istruzione e ricerca

Sono 74 in tutto i bandi attivi in questo mese di aprile 2024 e quasi il 73% di essi sono dedicati alla transizione ecologica e all’istruzione e ricerca. Questo fa capire come siano i temi cardine del primo semestre del 2024 per poter raggiungere gli obiettivi prefissati entro il prossimo 30 giugno. Bene anche gli appalti legati all’inclusione e alla coesione sociale, con circa il 15% delle gare all’attivo. Infine, in ripresa rispetto ai mesi scorsi le gare che riguardano la digitalizzazione del nostro Paese.

SCARICA IL BANDO DI GARA

Vediamo più nel dettaglio su cosa puntano gli appalti PNRR di aprile 2024.

Rivoluzione verde e istruzione: le priorità di aprile 2024

Con un totale di 54 bandi attivi sui 74 totali, la transizione ecologica e il potenziamento delle scuole e della ricerca sono di fatto i temi principali di questo quarto mese dell’anno in corso.

Più nello specifico, alla Missione 4 del PNRR “Istruzione e Ricerca”, sono stati dedicati ben 29 appalti (ben oltre il 39% del totale). Di questi, 18 sono stati indetti soprattutto per la fornitura di strumentazione tecnologica per la ricerca scientifica, mentre gli altri 11 per il potenziamento dell’offerta formativa, soprattutto legata agli ITS (Istituti Tecnici Superiori). Ne sono degli esempi gli appalti di Alessano, in provincia di Lecce, ma anche a Padova e Treviso.

Subito dopo, per numero di gare aperte, troviamo la Missione 2 del PNRR, dedicata alla “Rivoluzione verde e transizione energetica”. In questo ambito gli appalti attivi sono 25 (quasi il 34% del totale) e si dividono tra:

  • la tutela della risorsa idrica, con 17 bandi pubblicati
  • l’economia circolare, con 7 appalti, soprattutto nell’ammodernamento degli impianti di raccolta dei rifiuti e della gestione della raccolta differenziata
  • l’ammodernamento della flotta di mezzi pubblici per una mobilità sostenibile (una gara)

Bene l’inclusione, più spazio alla digitalizzazione

Ad aprile 2024 viene dato spazio anche ai progetti di inclusione e coesione sociale, oggetto della Missione 5 del PNRR, con prevalenze dei bandi che si occupano della rigenerazione urbana e i piani integrati (con 9 appalti) e della coesione territoriale (2 gare attive).

Ma il segnale di novità attiva dalla Missione 1, la “Digitalizzazione e Innovazione”, che vede in aumento le procedure attive rispetto ai mesi scorsi. Ad aprile 2024 se ne contano 7 (quasi il 9,5% del totale), di cui uno più rivolto agli investimenti per il Turismo e la Cultura 4.0.
Infine, da segnalare anche un bando che riguarda la Missione 6 (“Salute”), indetto per l’ammodernamento delle strumentazioni sanitarie.

Il centro doppiato dal Nord e dal Sud per numero di appalti

Nonostante due bandi di carattere macroregionale, il Centro Italia è l’area in cui si registrano meno gare di appalti in questo mese. Ne sono state avviate, infatti, 15 sulle 74 totali (poco più del 20%). Le restanti, fatta eccezione per due gare di spettro nazionale, sono equamente suddivise tra il Nord e il Sud del Paese, con un lieve vantaggio per il Mezzogiorno, e rispettivamente con 28 e 29 procedura bandite.
A trainare il Sud sono soprattutto la Campania, la Sicilia e la Puglia, mentre al Nord sono il Veneto, il Piemonte e il Friuli-Venezia Giulia. Arretra la Lombardia, che conta al momento solo 4 bandi pubblicati.

SCARICA IL BANDO DI GARA

Ecco di seguito una tabella con gli appalti attivi a marzo 2024.

Potrebbe interessarti

Gli appalti PNRR pubblicati e attivi a inizio febbraio 2024

Il Mezzogiorno è la macro-zona in cui sono stati pubblicati più bandi tra quelli presi a campione