Appalto Busto Arsizio: direzione lavori per l’area “ex Macello”

L’appalto, del valore di oltre 370mila euro, è finanziato dal PNRR nell’ambito degli investimenti per la rigenerazione urbana

Il Comune di Busto Arsizio, in provincia di Varese, ha indetto una nuova gara di appalto che riguarda il recupero dell’area denominata “ex Macello” della città.
La scorsa primavera è stata affidata la progettazione definitiva ed esecutiva, oltre all’esecuzione dei lavori del progetto. Adesso, la procedura riguarda l’affidamento della direzione lavori e di coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione e la rifunzionalizzazione degli immobili.

Il bando, del valore di oltre 370mila euro, è finanziato dal PNRR nell’ambito degli investimenti per la rigenerazione urbana.

SCARICA IL BANDO DI GARA

C’è tempo fino al 20 gennaio prossimo per partecipare alla procedura di gara presentando un’offerta.

Vediamo più in dettaglio gli altri elementi del bando.

Il valore della direzione lavori all’area dell’ex Macello

Le attività professionali affidati con l’appalto in questione hanno un valore complessivo di 372.102,86 euro, calcolati su un valore stimato dei lavori di circa 6,2 milioni di euro.

L’appalto è finanziato con le risorse del PNRR a valere sulla Missione 5 “Inclusione e coesione”, Componente 2 “Infrastrutture sociali, famiglie, comunità e terzo settore”, Investimento 2.1 “Investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti a ridurre situazioni di emarginazione e degrado sociale”, per il quale sono stati stanziati complessivamente 3,30 miliardi di euro.

Appalto Busto Arsizio: la tempistica della direzione lavori

Le attività previste nell’area dell’ex macello hanno una durata totale di 22 giorni complessivi.


Come partecipare e la scadenza del bando

La procedura di gara si svolge digitalmente attraverso il sistema informatico SINTEL di ARIA Spa della Regione Lombardia.
La scadenza fissata per presentare le offerte è alle ore 12 del 20 gennaio 2023, le quali saranno valutate a partire dalla prima seduta pubblica con applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa sulla base del miglior rapporto qualità prezzo, ai sensi dell’art. 108, comma 2 lett. e), del D.lgs. 36/2023 (Codice Appalti).

SCARICA IL BANDO DI GARA

Potrebbe interessarti

Appalto Palermo: monitoraggio ambientale nei porti Arenella e Acquasanta

La scadenza per partecipare alla procedura di gara presentando un’offerta è fissata al prossimo 7 marzo