Bando Sardegna: contributi in conto capitale per il settore agricolo

Sono stati messi a disposizione quasi 3 milioni di euro per l’ammodernamenti dei frantoi nella filiera olivicolo-olearia

La Regione Sardegna ha indetto un bando di gara per sostenere le imprese che operano nel settore della trasformazione di prodotti agricoli e più in particolare nella filiera olivicolo-olearia.

Il sostegno prevede l’erogazione di un contributo in conto capitale per l’ammodernamento degli impianti di trasformazione, stoccaggio e confezionamento dell’olio extravergine di oliva, al fine di migliorare la sostenibilità del processo produttivo, ridurre la produzione di rifiuti e favorirne il riutilizzo in nome del risparmio energetico.

La dotazione finanziaria messa a disposizione per la misura è pari a quasi 3 milioni di euro a valere sui fondi del PNRR relativi ai progetti di innovazione e meccanizzazione nel settore agricolo e alimentare.

È possibile presentare la domanda per ottenere il contributo entro il 15 gennaio 2024.

SCARICA IL BANDO DI GARA

Vediamo gli altri dettagli del bando.

Contributi in conto capitale: chi sono i beneficiari del bando

Con tale appalto, la Regione Sardegna punta a favorire l’ammodernamento dei frantoi esistenti attraverso l’introduzione di macchinari e tecnologie che migliorino le prestazioni ambientali dell’attività di estrazione dell’olio extravergine di oliva. Grazie all’implementazione di nuove pratiche produttive si vuole migliorare la qualità degli olii prodotti e, più in generale, incrementare la sostenibilità della filiera olivicolo-olearia.

Beneficiari del bando sono, dunque, le aziende agricole e le imprese agroindustriali, attive nella trasformazione di prodotti agricoli e titolari di frantoi oleari.
Ulteriori requisiti sono l’iscrizione nel Portale dell’olio di oliva del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN) e un’attività pregressa di trasformazione di prodotti agricoli negli ultimi 3 anni.

Bando Sardegna: l’ammontare dei contributi in conto capitale

La dotazione finanziaria totale messa a disposizione per finanziare il sostegno economico destinato alle imprese agricole è di 2.868.588,24 euro.
Il contributo in conto capitale ottenibile da ciascuna impresa è pari al 65% dei costi di investimento ammissibili. In termini monetari, i progetti di ammodernamento dei frantoi esistenti devono avere un importo minimo di 30mila euro, mentre il contributo massimo ottenibile è di 130mila euro.
Infine, il beneficiario può ottenere, su richiesta, un’anticipazione finanziaria del 30% del contributo, corredata però da un’idonea garanzia fidejussoria pari al 100% della somma anticipata.

L’appalto è finanziato con i fondi del PNRR a valere sulla Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica”, Componente 1 “Agricoltura sostenibile ed Economia Circolare”, Investimento 2.3 “Innovazione e meccanizzazione nel settore agricolo e alimentare”, Sottomisura Miglioramento della sostenibilità del processo di trasformazione dell’olio extravergine di oliva”.


Come partecipare e la scadenza del bando

La gara è gestita da Argea Sardegna (Agenzia per la gestione e l’erogazione degli aiuti in agricoltura) che provvederà a stilare una graduatoria dei progetti che hanno rispettato i criteri di selezione previsti.
Possono accedere ai contributi le imprese agricole che hanno ottenuto un punteggio minimo di 30 punti sui 100 totali.
La scadenza fissata per presentare le domande, attraverso la compilazione della modulistica e le procedure di ARGEA oppure tramite le strutture abilitate all’accesso SIAN riconosciute dalla Regione Sardegna, è il 15 gennaio 2024 alle ore 14.

SCARICA IL BANDO DI GARA

Potrebbe interessarti

Appalto INAF: fornitura per il radiotelescopio CHORD

C’è tempo fino al 20 gennaio prossimo per partecipare alla procedura di gara presentando un’offerta