Appalto San Donà di Piave: servizi di assistenza agli anziani

L’appalto prevede l’avvio di un progetto di monitoraggio da remoto degli anziani e di assistenza sociosanitaria domiciliare

La Città metropolitana di Venezia, per conto del Comune di San Donà di Piave, ha indetto una gara di appalto per affidare il servizio di assistenza sociale e sociosanitaria domiciliare agli anziani non autosufficienti della città. Più nello specifico, il progetto prevede il monitoraggio da remoto 24h su 24h degli anziani attraverso sensori e sistemi di domotica in modo da intervenire prontamente in caso di necessità, oltre che a potenziare l’assistenza domiciliare del personale sociosanitario.
L’appalto, del valore di oltre 250mila euro, è finanziato dal PNRR nell’ambito degli investimenti per l’inclusione e coesione sociale.
C’è tempo fino al 22 aprile prossimo per presentare un’offerta e aggiudicarsi l’appalto.

SCARICA IL BANDO DI GARA

Vediamo più in dettaglio gli altri elementi del bando.

Lo stanziamento per i servizi di assistenza a San Donà di Piave

La dotazione finanziaria messa a disposizione per offrire il servizio di assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti della città è pari a 251.056 euro, di cui 175.739 euro per i costi della manodopera.

L’appalto è finanziato con i fondi del PNRR a valere sulla Missione 5 “Inclusione e coesione”, Componente 2 “Infrastrutture sociali, famiglie comunità e terzo settore”, Investimento 1.1.2 “Azioni per una vita autonoma e deistituzionalizzazione per gli anziani”, per il quale sono stati stanziati complessivamente
310 milioni di euro.

Appalto San Donà di Piave: la durata dei servizi di assistenza

Le attività di assistenza domiciliare dovranno avere una durata di 22 mesi, a partire dal 1° giugno 2024 e fino al 31 marzo 2026.

Come partecipare e la scadenza del bando

La procedura di gara è gestita con modalità telematica tramite il sistema di e-procurement della Città metropolitana di Venezia.
La scadenza è stata fissata alle ore 12 del 22 aprile 2024. Le proposte saranno poi valutate con inversione procedimentale e con l’applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo, ai sensi dell’art. 108 comma 5, del D.lgs. 36/2023 (Codice Appalti).

SCARICA IL BANDO DI GARA

Potrebbe interessarti

Bando Università di Padova: format innovativi per la biodiversità

C’è tempo fino al 14 maggio prossimo per presentare un’offerta e aggiudicarsi l’appalto