Bando per la rinaturazione del Po in Emilia-Romagna

L’appalto, di oltre 6,2 milioni di euro prevede intervento per ripristinare la biodiversità lungo il fiume Po

L’Agenzia Interregionale per il fiume Po ha indetto un bando di gara per affidare le attività necessarie alla “Rinaturazione dell’area del Po”. Il luogo di esecuzione del lavoro è Sorbolo Mezzani (in provincia di Parma), Brescello (Reggio-Emilia), Viadana (Mantova) su un territorio di circa 407 ettari. Nell’appalto sono ricomprese anche le lavorazioni del terreno necessarie per favorire l’attecchimento delle piante e ridurre la presenza delle specie alloctone invasive, ovvero animali o vegetali che hanno colonizzato il territorio, pur non essendo il loro habitat naturale, a causa delle azioni dell’uomo. Tali ultime attività saranno previste nel corso dei 5 anni successivi alla messa a dimora delle piante.
L’appalto, che ha un valore di oltre 6,2 milioni di euro, è finanziato dal PNRR e rientra negli investimenti per la tutela del territorio.
C’è tempo fino al 17 maggio prossimo per presentare un’offerta e aggiudicarsi l’appalto.

SCARICA IL BANDO DI GARA

Vediamo più in dettaglio gli altri elementi del bando.

Lo stanziamento del bando per la rinaturazione del Po

L’importo complessivo delle attività previste dal bando è stimato in 6.215.239,51 euro di cui:
– 4.769.123,97 euro per i lavori soggetti a ribasso;
– 1.335.023,48 euro per il costo della manodopera non soggetto a ribasso;
– 111.092,06 euro per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso.

L’appalto è finanziato in parte con i fondi del PNRR a valere su differenti investimenti rientranti nella Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica”, Componente 4 “Tutela del territorio e della risorsa idrica”, Investimento 3.3 “Rinaturazione dell’area del Po”, per il quale sono stati stanziati complessivamente 360 milioni di euro.

La tempistica per gli interventi di rinaturalizzazione del Po

La durata delle prestazioni previste dall’appalto deve essere di un massimo di 167 giorni, a partire dalla data del verbale di consegna dei lavori. Ad ogni modo, il termine ultimo per ultimare i lavori per rispettare il cronoprogramma è stato fissato al 31 dicembre 2024. Le prestazioni finalizzate al rispristino della flora dovranno invece durare per i cinque anni successivi alla piantumazione.

Come partecipare e la scadenza del bando

La procedura di gara è gestita con modalità telematica tramite il sistema di e-procurement dell’Agenzia Interregionale per il fiume Po.
La scadenza è stata fissata alle ore 12 del 17 maggio 2024. Le proposte saranno poi valutate a partire dalle ore 9 del successivo 20 maggio, con l’applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’articolo 108, comma 3, del D.lgs. 36/2023 (Codice Appalti).

SCARICA IL BANDO DI GARA

Potrebbe interessarti

Bando per i servizi culturali nel Centro giovanile “Pianoro Factory”

L’appalto ha un valore di quasi 440mila euro e i sevizi sono previsti per tre anni, rinnovabili di ulteriori due